Vai al contenuto

Il fenomeno BeReal e alcune riflessioni

Son sicura che hai sentito nominare “BeReal” almeno una volta in questo periodo. Praticamente è impossibile non aver sentito, sui social, questo nome. Ma magari non sai a cosa si riferisca e perché sia un nome così tanto in auge. Provo a raccontartelo.

Il fenomeno BeReal ha origine dagli ultimi aggiornamenti di Instagram, che ha apertamente dichiarato (anche se già in via ufficiosa si sapeva da mesi) una forte virata assomigliando sempre più a TikTok.

Non è difficile capire perché Media voglia avvicinarsi sempre più al modello dettato da TikTok, favorendo video rapidi a discapito delle foto.

Lo dicono i numeri e il comportamento degli utenti: tanti quelli (soprattutto giovanissimi) che hanno abbandonato Instagram e Facebook per scegliere Tiktok. E anche chi è rimasto all’interno di questi due social, spesso trascorre ore guardando i reel (spesso senza accorgersi del tempo che scorre)

Non esiste un’azienda che non si evolve.

O meglio, se un’azienda non si evolve è destinata a morire.

Visti i numeri e le tendenze, Instagram (o meglio Meta) non poteva fare altro che modificarsi sfidando il suo diretto concorrente o sarebbe andato incontro a morte certa.

Instagram non ha abbandonato del tutto la sua natura di piattaforma fotografica ma è vero che ha virato verso i video, spingendone e favorendone il suo utilizzo.

Ma in tutto questo cosa c’entra BeReal?

Hai ragione, arriviamo al punto.

Le sù menzionate trasformazioni di Istagram hanno scontentato diversi utenti, affezionati alla natura fotografica del social. Sono apparsi video stizziti di Influencer, raccolte di firme per poter tornare indietro di oltre 10 anni (cosa impossibile, ce ne rendiamo conto?)

Passano alcuni giorni e a queste reazioni si aggiunge un altro movimento che invita gli utenti a lasciare Instagram inneggiando un nuovo social: BeReal per l’appunto.

Social che nuovissimo non è visto che nasce nel 2020, ma che in questo periodo ha raggiunto una inaspettata (o forse no) popolarità (arrivando ai 10 milioni di utenti).

A cosa deve questo successo BeReal e perché è stato considerato la risposta al cambio di Instagram?

BeReal appare come la piattaforma fotografica autentica e spontanea che tanti nostalgici del primo instagram rimpiangono.

Su BeReal infatti, si possono postare solo foto, senza filtri, postate in tempo reale. Quando arriva la notifica si hanno due minuti per creare la propria foto senza poter pescare dalla galleria (anzi le proprie foto perché la foto che viene poi caricata è costituita da 2 foto realizzate con la camera frontale e posteriore del telefonino). Pochi secondi frenetici che puoi usare per scattare e postare.

Non saprai in anticipo, quindi, quando dovrai caricare le foto, ma dovrai aspettare la notifica.

In questo modo il social si assicura il fatto di farti caricare quello che davvero starai facendo in quel preciso momento, senza artefatti.

E se non si rispettano i 2 minuti? Potrai anche postare più tardi ma fino a che non lo farai non potrai vedere le foto caricate dai tuoi amici. 

Una dinamica allettante per chi rimpiange l’Instagram degli esordi no?

Considerazioni su BeReal

Dopo alcune settimane in cui ho scaricato e utilizzato questo social ti dico cosa ne penso.

Ammetto che quando ho sentito diversi profili parlare di questo social ne sono stata incuriosita e l’ho scaricato. Mi sono iscritta e ho cercato di capire come funzionasse.

L’entusiasmo però è finito lì.

Le foto sono spesso simili, senza significato: solo dei fermo-immagine di momenti banali e quotidiani. Spesso la qualità è pessima e l’interazione con altri utenti è pressochè impossibile.

E se già non mi ha entusiasmato a livello personale, peggio ancora se penso a chi si lamenta di Instagrame vorrebbe spostarsi su BeReal col proprio profilo “aziendale”.

Nella foto qui sotto un esempio di foto: in realtà ero a pc a lavorare ma come faccio ad usarla per parlare del mio lavoro in maniera seria?

BeReal, ad oggi, NON è una piattaforma dove poter sviluppare un business.

Non ti permette di creare una strategia di comunicazione e raccontare il tuo business in maniera strategica. Non ti agevola nella creazione di relazioni con potenziali utenti. E non ti permette di fare da tramite per accompagnarli verso i tuoi canali proprietari (sito, blog, newsletter, telegram etc)

Sì, perché i social devono essere un canale di supporto al tuo business e dovresti utilizzarli proprio in questo modo. Senza seguire le mode del momento ma analizzando quali possono trasmettere il tuo business al meglio.

Ci deve essere, ovviamente anche un feeling a livello personale, se no non dureresti nemmeno una settimana, ma quando si sta su un determinato social per un progetto lavorativo, è fondamentale ragionare con una mentalità imprenditoriale e non solo di pancia.  

Come approcciarsi quindi ai cambi di tendenza dei social?

Quando arriva un nuovo aggiornamento dei social o una dichiarazione di intenti lo ammetto, anche io a volte mi sento scoraggiata. Ma questo non deve portare ad azioni irrazionali.

Ecco cosa puoi fare:

  • Analizza pro e contro di questi cambi per la TUA attività, senza lasciarti influenzare da malcontenti generici o mode del momento.
  • Definisci i tuoi obiettivi e cerca di capire se quel social continua a fare per te e come puoi integrare i cambiamenti nella tua strategia
  • Cerca di capire cosa cambierà in concreto per te, cosa puoi fare per seguire il cambiamento, cosa puoi modificare e come puoi far rientrare i nuovi strumenti nella tua comunicazione
  • Studia i nuovi strumenti a disposizione e falli tuoi. Non per forza devono essere usati come fa la maggior parte degli iscritti. Cerca di farli tuoi e di utilizzarli coerentemente con i tuoi obiettivi e il tuo stile comunicativo (possiamo usare i reel anche senza fare ballettini, sai?!?).
    Cerca di pensare creativamente e adatta lo strumento alle tue esigenze, uscendo dalla tua zona di confort e superando il normale pensiero che ti spinge a credere di non essere capace solo perchè una cosa è nuova. E se proprio un certo strumento non fa per te, puoi anche non usarlo. O decidere di osservare per un periodo e continuare a ragionarci per utilizzarlo in seguito.

Spero che queste riflessioni su BeReal e sugli ultimi aggiornamenti di Instagram ti possano essere utili.

E se hai bisogno di un supporto per analizzare la tua situazione e capire come meglio puoi muoverti nel web con il tuo business puoi scrivermi e fissare una consulenza strategica.

A presto

1 commento su “Il fenomeno BeReal e alcune riflessioni”

  1. Pingback: Reels: cosa sono, come crearli, come e perché utilizzarli – RF-SinFronteras

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *